unignorable: design e colore al servizio della società.

Può la teoria del colore (supportata dal design) cambiare il destino di milioni di persone?

Spesso sottovalutato, il design ha come fine ultimo quello di semplificare (e migliorare) la vita delle persone. Questo avviene chiaramente con il design del prodotto, il design degli interni, il design industriale, UI (user interface) ed UX (user experience) design, insomma tutte quelle aree che hanno come obiettivo il trovare soluzioni a problemi quotidiani o, come nel caso di UI ed UX, rendere un sito o un’app semplice da utilizzare, anche per i meno digital addicted.

Ma quanti hanno mai preso in considerazione il fatto che il nostro modo di spostarci nello spazio e di viaggiare sono fortemente influenzati dal lavoro di un designer?

Pensate per un attimo a quante volte vi siete affidati alla segnaletica stradale, alle indicazioni di stazioni ed aeroporti o alla vostre mappe sullo smartphone. Dimensione, spazio, colore, sono risultato di mesi, talvolta anni, di progettazione per semplificare la vostra vita.

Come nel caso del design della Metropolitana di New York realizzato dal famosissimo designer italiano Massimo Vignelli.

Come applicare questi stessi concetti per risolvere, attraverso il design, i problemi che affliggono la società contemporanea?

È questa la domanda che si sono posti i ragazzi di United Way, non-profit canadese che ha realizzato, con il supporto di Pantone®, la tonalità che non può essere ignorata.

UNIGNORABLE

Unignorable è il nome di questo progetto realizzato con lo scopo di mettere in luce questioni sociali importanti come povertà, violenza domestica e isolamento sociale. Per evidenziare tutto ciò è stato creato il colore che richiama attenzione, rimanendo amichevole ed ottimista.

Show your local love è la campagna innovativa che ha portato la comunicazione sociale su di un livello totalmente nuovo, dimostrando che il design e la teoria del colore possono rivelarsi molto utili anche per migliorare la vita degli ultimi.

Malika Favre autrice di alcune delle più belle opere viste in giro negli ultimi tempi, è la designer che ha realizzato queste meravigliose illustrazioni dall’elevato impatto visivo e comunicativo.

PERCHÈ L’ARANCIONE

L’arancione è un colore secondario, fa parte dei colori caldi, questo lo rende chiaramente accogliente rispetto a tonalità più fredde e meno avvolgenti e meno aggressivo rispetto al rosso.

Nel design è utilizzato per attirare l’attenzione, proprio come in questo caso, senza risultare invadente o appunto aggressivo.

In teoria del colore è considerato il colore dell’entusiasmo, della determinazione e dell’incoraggiamento. Fortemente energico stimolante e, ovviamente, associato all’arancia. Tutti aspetti che fanno parte del know-how del progetto.

DA ONG A BRAND

United Way sta collaborando adesso con il Brand Peace Collective per creare degli articoli marchiati unignorable. Dalle t-shirt al merchandising con il fine ultimo del messaggio sociale e la raccolta fondi a scopo benefico.

Qualora lo voleste, è possibile sostenere il progetto acquistando la t-shirt a questo link.

IL FUTURO È GIÀ QUI!

Questo è il chiaro esempio di come design, marketing ed industria techdovranno adattarsi ad un modo tutto nuovo di produrre e promuovere i propri servizi e prodotti, un futuro sustainability oriented basato su strategie etiche.

Condividi!